Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
11-02-2018

Ma Quanto E' Stupida l'Intelligenza Artificiale

La diffusione degli Etf, che oramai rappresentano il sei per cento delle masse gestite a lvello mondiale si giustifica pienamente se si analizzano i risultati dei gestori cosiddetti attivi. Che fanno per il novantanove per cento peggio di mercati. Non perché non sappiano scegliere i titoli ma proprio perché non li scelgono: la larghissima parte dei prodotti che si definiscono attivi non lo sono per niente. 

Se una società di gestione gestisce un fondo da qualche miliardo sul mercato italiano ad esempio, per forza avrà una composizione del portafoglio quasi identica all'indice perché fuori da essa non vi è la liquidità per fare altri investimenti. Dunque i  prodotti attivi fanno peggio degli Etf perché sono anch'essi Etf, solo che adddebitano commissioni del due o tre per cento.

Allora la gente si sposta progressivamente sugli ETF, che prima di questo crollo di borsa hanno avuto a gennaio la maggior crescita nella storia https://www.ft.com/content/5cf7237e-0cdc-11e8-839d-41ca06376bf2#comments-anchor.
Per le società di gestione è una pacchia, perché magari le commissioni sono due o tre volte più basse, ma per "gestire" basta una scimmia che schiaccia un bottone: i costi di personale sono praticamente nulla.
Si fa molto parlare di intelligenza artificiale e nel settore degli armamenti è oramai abbastanza evidente che affidare a un computer certe decisioni porta a danni devastanti, come nel bombardamento arero in Sira che nelle scorse settimane ha ucciso duecento civil.
Questo è il secondo posto dove l'intelligenza artificiale può fare più danni: con i flussi in entrata del mese scorso, solo perché sono nell'indice i programmi computerizzati comprano, Tesla, Nvidia e altre assurdità.
Poi magari succede qualcosa, ad esempio venerdì scorso Nvdia ha comunicato i migliori risultati della storia (ma vende ancora a sessanta volte gli utili) perché vende le schede grafiche ai bitcoin miner, l stesse che vendeva prima ai video gamer, ma a tre o quattro volte il prezzo.
Il fenomeno dei bitcoin miner è destinato a finire, la "produzione" di un bitcoin costa più del suo valore in energia ed è un processo altamente inquinante.
Allora se la gente si accorge che Tesla e Nvidia sono delle bufale poi inizia a vendere ETF e la scimmia che sta al computer vende, sopratutto quello che è più salito perché il peso negli indici di borsa è salito.
Naturalmente ci sono industrie come la robotica dove l'intelligenza artificiale ha applicazioni sane, come ad esempio nella stampa 3D.
Ma ogni oggetto in mano alle mani sbagliate produce conseguenze devastanti e l'industria della gestione è popolata di gente molto sopravvalutata.
L'intelligenza artificiale è di grande supporto ma in settori dove comunque l'uomo ha il tempo per ribaltare una decisione sbagliata. E non è il caso con gli ETF.
 
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

14-06-2018
Ieri la raccomandazione di Goldman a far volare Netflix, nei giorni scorsi le esternazioni di Musk su Tesla, che nonostante le promesse mirabolanti licenzia il nove per cento dgli impiegati: il debito di entrambe le società è insostenibile
14-06-2018
Come diceva ieri Prodi, la guerra di Libia la provocarono i Francesi ma mettersi a litigare non può che irrigidire le posizioni della Bce
13-06-2018
Sul probabile aumento dei tassi oggi, già scontato. Rientra il rischio percepito Italia ( quello vero è sempre lo stesso da prima del governo) e deve diminuire la tensione sulle divise degli emergenti
12-06-2018
La cifra portata nelle leggi finanziarie come costo per l'accoglienza è molto, molto superiore alla realtà: e obbligherà il governo a trovare altri soldi per negoziare in Europa
29-05-2018
Qualcosa finalmente sembra cambiare e se Cottarelli entrasse a dirigere un governo Lega M5 potrebbe essere la quadra. Se così è selettivamente ora una grande occasione di acquisto su alcuni titoli della borsa italiana