Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
15-06-2017

Macron, Ma Quale Europeista

Se si guarda alla differenza tra parole e fatti per molti di questi enfant prodige, da Trudeau a Macron http://www.economist.com/news/leaders/21723410-he-will-still-have-face-down-challenge-street-electoral-victory-will-make si capisce come mai personaggi come Trump possano vincere le elezioni.
Dopo le evidenze riportate dal Guardian sulla politica estrattiva di Trudeau di cui parliamo nella scorsa newsletter arrivano da Macron gli stop a Fincantieri per acquisizioni in terra francese; il tutto mentre Vivendi si sta guadagnando una posizione dominante in Italia, costruita in modo scaltro nei limiti di legge e con il probabile appoggio di Berlusconi, anche se in pubblico appare il contrario.

La Francia asseconderà il più possibile le richieste tedesche anche in tema di politica economica, per rimanere sul carro dei potenti. Certe gaffe come quella di Macron la scorsa settimana sui Comoranesi dicono molto sulla natura intima del personaggio.
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

21-07-2017
Nell'investire fuori dall'area euro oramai bisogna guardare ad aree dove il rischio di cambio è minimo. In Europa fuori dall'Italia ci limiteremmo ai titoli quotati allo Xetra, di cui al portafoglio Xetra ExtrAdvice
20-07-2017
Conferenza stampa di un burocrate attaccato alla sua sedia
05-07-2017
Che coinciderebbe con un ritracciamento della borsa
05-07-2017
L'approvazione della BCE è subordinata allo smaltimento delle sofferenze di cui Atlante prende solo un pezzo e che si presume verranno sistemate entro la metà del 2018. Questa volta forse il mercato se ne accorto
02-07-2017
Di europeista non c'è niente nel nuovo presidente francese, dopo l'ultimo attacco ai paesi dell'Est sulla norma che prevede che i lavoratori emigrati possano pagare contributi nel loro paese di origine