Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
15-06-2017

Macron, Ma Quale Europeista

Se si guarda alla differenza tra parole e fatti per molti di questi enfant prodige, da Trudeau a Macron http://www.economist.com/news/leaders/21723410-he-will-still-have-face-down-challenge-street-electoral-victory-will-make si capisce come mai personaggi come Trump possano vincere le elezioni.
Dopo le evidenze riportate dal Guardian sulla politica estrattiva di Trudeau di cui parliamo nella scorsa newsletter arrivano da Macron gli stop a Fincantieri per acquisizioni in terra francese; il tutto mentre Vivendi si sta guadagnando una posizione dominante in Italia, costruita in modo scaltro nei limiti di legge e con il probabile appoggio di Berlusconi, anche se in pubblico appare il contrario.

La Francia asseconderà il più possibile le richieste tedesche anche in tema di politica economica, per rimanere sul carro dei potenti. Certe gaffe come quella di Macron la scorsa settimana sui Comoranesi dicono molto sulla natura intima del personaggio.
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

07-06-2017
Marcegaglia annuncia appena aggiudicatasi l'asta che cederà subito la quota ad Intesa, che così spera di fare un colpaccio e rientrare dai crediti con il gruppo. Paese allo sbando
06-06-2017
Mesi fa indicammo come la crescita della produzione industriale dichiarata non era compatibile con i dati di consumi elettrici. Ora la crescita del Pil "migliore delle attese" attribuita a consumi e servizi
06-06-2017
Draghi giovedì rassicurerà sulla estensione delle manovre monetarie e indebolirà con ogni probabilità l'euro, ma l'Italia ora se la deve vedere da sola. Pessima decisione sull'Ilva che getta discredito sulle politiche economiche del paese
01-06-2017
Padoan chiede di ridurre gli aggiustamenti allo 0,3 del Pil, per evitare le clausole di salvaguardia; dieci miliardi in meno di quanto richiesto da Bruxelles. Mentre su MPS l"accordo preliminare" annunciato oggi non prevede ancora il via libera della BCE: sei mesi di "approfondimento" per un comunicato qui allegato degno del marchese del Grillo
31-05-2017
Secondo il governatore in uscita solo venti miliardi quelli che le banche dovrebbero dismettere.