Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
23-06-2009

Vendite immobiliari Usa, molto buio all'orizzonte

Le vendite di case esistenti (domani verranno comunicate quelle di case nuove) è aumentata a maggio di circa il 2,4%, meno di quanto gli analisti si aspettassero. Un terzo delle vendite deriva però da operazioni relative a mutui cancellati al precedente acquirente (come se una proprietà fosse venduta al tribunale fallimentare in Italia). I prezzi medi di vendita, nonostante le basi di aggiudicazione per proprietà che derivano da "fallimenti" siano piuttosto bassi, sono scesi ad Aprile del 6,8% (c'è un mese di differenza tra i due dati ma i tassi di rifinanziamento a Maggio sono stati molto più alti che ad Aprile, il che dovrebbe giocare nella direzione di prezzi ancora più bassi a Maggio). Se i prezzi scendono più di quanto aumentino le vendite, vuol dire che per trovare un incontro tra domanda ed offerta bisogna fare concessioni all'acquirente. Non è un buon segno.


Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Altri articoli da questa sezione

15-04-2019
Bpm colloca una obbligazione richiamabile ogni cinque anni con cedole semestrali delL'8,75%: le banche le emettono quando non riescono a fare aumenti di capitale
10-04-2019
Quando succede vi saranno meno euro in circolazione
08-04-2019
Qualcosa di profondamente irrazionale sta succedendo sui mercati obbligazionari e vedrà correzioni violente: questa la settimana forse decisiva per le sorti delle valute
04-04-2019
Secondo il Financial Time già forse a partire dalla prossima riunione del dieci, la BCE potrebbe annullare la tassa implicita che le banche pagano sui loro depositi presso l'istituto centrale. Poco meno di duecento miliardi di euro già depositati dal sistema bancario, che potrebbero aumentare con questa idea. La carenza di euro in circolazione aumenterebbe molto e dovrebbe senza indugio spingere l'euro al rialzo e scoraggiare le grandi fusioni bancarie
02-04-2019
Molte polemiche sulle previsioni di crescita diffuse da Oc se e Confindustria, ma sono addizioni e sottrazioni, non elucubrazioni