Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
09-01-2018

Yen, Ora (Finalmente) le Condizioni Per un Grosso Balzo

Piccolo segno da Kuroda, che sta aspettando di vedere se lo riconfermano (decide Abe da solo), probabilmente per pressioni internazionali, dato che il Giappone si avvantaggia da anni oramai di questa situazione. Come in area euro, l'Inflazione in Giappone non arriverà mai per motivi strutturali ancora più forti: la propensione al risparmio è molto alta, lo sviluppo tecnologico è superiore a quello europeo, Panasonic e Toyota sono le aziende che più pensiamo abbiano potenziale e la popolazione è molto anziana.
Abe a questo punto, che non ha problemi di riconferma, deve guardare alla economia reale a cui gli acquisti di titoli sul decennale sottraggono risorse importantissime. Anche a costo di un ulteriore aumento dello stock di debito, il più alto al mondo dove tuttavia le famiglie possono senz'altro sostituire il governo negli acquisti (il debito pubblico è largamente detenuto all'interno). Se la Boj viceversa non smette gli acquisti si troverà con enormi minusvalenze in pancia, perchè i tassi, se non altro per simpatia con le altre aree, sono destinati a salire seppure di poco.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

10-10-2018
Il segretario del Tesoro americano mette in guardia la Cina sulla debolezza dello yuan: è l'unica cosa su cui i Cinesi possono cedere se il Tesoro fa marcia indietro sui dazi
21-09-2018
Di colpo i cambisti si accorgono che il differenziale di tassi tra tassi Usa e tedeschi è di 2,6 punti percentuale ora tutti scommettono sul suo restringimento. Come sempre la Fed più abile della Bce a indirizzare il cambio
10-09-2018
Barnier avrebbe, secondo ill Financial Times, mandato per chiudere con la UE
29-08-2018
Meno tre per cento in una settimana contro euro, sul nulla di una Brexit che non avverrà mai
23-08-2018
Decisamente verso un nuovo indebolimento del dollaro