Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
16-12-2017

Riforma Fiscale Americana, Ora E' Proprio il Secolo Cinese

La politica non cessa mai di stupire, ora la versione condivisa dalle due camere esce per l'appoggio dell'ultimo minuto di Rubio, che ottiene in cambio maggiori sgravi per la famiglia, un po' di voti dai suoi elettori di etnia latino-americana che in campagna elettorale aveva apparentemente difeso da Trump.

Molti politici americani diventeranno ora inamovibili, per il sostegno che questa riforma riceve dai grandi potentati   e con la caduta della cosiddetta "net neutrality" i messaggi veicolati attraverso i social network diventeranno  sempre meno neutri. Molto difficile che anche ammettendo che alle elezioni di metà mandato i Democratici riconquistino una delle due camere questa riforma possa essere modificata nel breve. Una azienda che fosse convinta a tornare a produrre in America vorrebbe certamente rassicurazioni di lungo periodo sul fatto che questi benefici non vengano ribaltati a breve.

Quasi in contemporanea, Trump accuserà la Cina di "aggressione economica" https://www.ft.com/content/1801d4f4-e201-11e7-8f9f-de1c2175f5ce a difendere il carattere autarchico della riforma. La Cina controlla già oggi larga parte delle materie prime del futuro e dai Cinesi un'economia americana sempre più provinciale dovrà passare se vuole ricostruire la propria industria domestica.  

L'Europa ha due anni davanti dove o si bonifica pesantemente il sistema finanziario o continueremo a vedere borse anemiche. Come scrivevamo in settimana riteniamo che dopo il palese scontro tra Banca d'Italia, Consob e governo, assisteremo ad analoghi teatrini in Europa, in prevalenza tra il futuro governo tedesco e la BCE.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

18-01-2018
Come supponevamo nelle scorse settimane Zuckerberg annuncia che sta pensando a fare la sua criptovaluta. Sarebbe la fine delle banche
18-01-2018
Apple rimpatria molto meno di quanto si immaginasse ma manda un segnale chiaro che Trump è più potente di quanto fosse prevedibile, ora il dollaro potrebbe volare
17-01-2018
Non bastano le preoccupazioni di Constancio e dati di inflazione ancora al ribasso a indebolire l'Euro. Senza coraggio da parte della Bce rischio di una pesante spirale deflattiva
17-01-2018
Diffuso, stamane condizionerà le decisioni della Bce, che con un euro così forte vede i suoi obiettivi allontanarsi. Constancio afferma preoccupazione per la forza dell'euro ma le dichiarazioni non bastano più.
16-01-2018
Ieri con il dollaro a 1,23 tutti prevedevano 1,26 oggi tutti 1,20. Si dovrebbe capire che l'analisi tecnica è un metodo per produrre volatilità e consentire ai broker di scaricare le loro posizioni.