Cerca:
File Icon Versione per stampa




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia

Analisi titoli


23-09-2016
Nostra migliore scelta insieme a Digital Brothers (portafoglio Italia +7% da inizio anno contro meno 20% del mercato), come nel caso di Moncler la cessione da parte della proprietà in un settore dove marchi come Pineider e Smythson sono in fase di rilancio, non ci sembra positiva per il titolo. Interessante il titolo del compratore D'Ieteren, belga, proprietario di CarGlass e rcente venditore di una quota in Avis Europe
21-09-2016
Nel presumibile rimbalzino cui si assisterà dopo il probabile nulla di fatto sui tassi stasera, vanno sfruttate occasioni per liquidare posizioni in aziende difficili da risanare
16-09-2016
12,8 volte l'EBITDA, CdP trasferisce progressivamente i propri buchi sui risparmiatori; brutto colpo per i detentori di azioni e i correntisti di Poste che si vedono affibbiata una partecipazione a poco meno di trenta volte gli utili del 2015 (dei 73 milioni 49 sono stati distribuiti agli azionsiti in aprile scorso).
09-09-2016
Accordo Russia e Iran e debolezza del dollaro con cui il prezzo del petrolio è inversamente correlato. Una idea di investimento, con questi mercati bisogna guardare ai fondamentali anche per vendere allo scoperto, se se ne ha la possibilità
06-09-2016
La famiglia ha lasciato sostanzialmente l'Italia con il beneplacito della politica dopo che il gruppo è costato decine di miliardi di Cassa Integrazione agli Italiani. Allora celebrata dall'amministratore delegato di Borsa Italiana come un grande caso di successo, oggi Italia Independent ha più debiti che fatturato. Queste sono le situazioni dove le banche fanno i veri buchi, non il mutuo alla famiglia di operai. Il lock-up per gli azionisti che quotano dovrebbe essere molto più lungo.
06-09-2016
La comprammo che vendeva a cinque volte gli utili ora tratta 55 volte gli utili
02-09-2016
Anche su Generali, oltre che su Unicredit, si concentreranno le pressioni di vendita dei grandi gestori di fondi a prescindere da quello che pensano sul titolo
01-09-2016
Tutti i fondi esteri che si parametrano all'indice dovranno vendere attenzione a questi falsi segnali
31-08-2016
Sentiamo solo aspettative di grande rialzo sulla borsa italiana. Avendo opposte visioni guardiamo comunque a società di valore e sicuramente in un mercato dove i flussi possono sovrastare i fondamentali possiamo sbagliarci
24-08-2016
Di queste "notizie" o più probabilmente false notizie ne sentiremo parecchie nei prossimi mesi sulle banche italiane. Unicredit potrebbe uscire dagli indici europei, possibilità di pesante caduta nelle prossime settimane
23-08-2016
Tra le poche società del listiNo a registrare margini in crescita, con larga parte del fatturato all'estero
19-08-2016
La velocità delle indagni su Profumo e Viola misura dell'appoggio politico e del ruolo della magistratura
09-08-2016
Il rating a lungo termine confermato a B- da Fitch ieri per MPS spiega perchè è impossibile cartolarizzare sotto garanzia GACS le sofferenze dell'istituto nonostante Atlante dirotti circa un milione di euro (nessuna informazione su da chi arrivano gli altri soldi) alla tranche spazzatura. Media sempre meno trasparenti nei confronti dei risparmiatori.
03-08-2016
Evidentemente convinti che la non applicabilità del bail-in li ripari dai rischi. Utile lordo a +29% per effetto della vendita della quota in Visa Europe e al netto di poste straordinarie +4%. Polizze assicurative, l'area più pericolosa per i risparmiatori (reditività prima delle imposte di circa il tre per cento per Poste, impossibile che il risparmiatore guadagni), a undici miliardi. Sarà proprio da Poste Vita che verrà il contributo per Atlante. Sospetto il decremento di 1,6 miliardi della posizione finanziaria dovuto in larga parte all'adeguamento del "fair value" degli strumenti finanziari in portafoglio, circa 150 miiardi, che fa pensare all'uso di derivati forse a copertura del contenuto delle le polizze.
02-08-2016
Le banche che garantirebbero pretendono prima lo smaltimento delle sofferenze, ma non c'è un mercato per quelle oggi coperte dal prestito ponte, a meno che le agenzie di rating dichiarino il falso. Siamo al Far West, meglio guardare fuori dall'Italia (tutti i portafogli sono aggiornati a ieri, meno l'Italia che aggiorneremo in mattinata)
01-08-2016
Piuttosto moderata la reazione agli stress test farsa. Il "piano" su MPS (tutto sulla carta, sino a dicembre non entrerebbe una lira)se implementato dovrà contare sul contributo "volontario" dell'industria del risparmio gestito. Il mercato sembra aver capito che il prossimo aumento dovrà venire da Unicredit.
28-07-2016
Il titolo è a nostro parere insieme a quello di banco Popolare il più a rischio del listino. Dopo l'acquisto di Innterbanca Banca Ifis unica banca italiana con una strategia chiara, anche se l'acquisizione ci sembra cara
26-07-2016
Come ipotizzato il titolo viene sostenuto il rpimo giorno di quotazione , anche per consentire l'esercizio della greenshoe. Carissimo
20-07-2016
Secondo il Sole24ORE l'emissione sarebbe già cinque volte sottoscritta: ma allora perchè non chiuderla? I danni di un giornalismo che viola norme e induce i risparmiatori a comportamenti irresponsabili. Può darsi che per i primi giorni l'emissione tratti sopra il prezzo di collocamento ma anche al prezzo più basso della forchetta si tratta di un pessimo investimento.
15-07-2016
Crediamo il titolo destinato a nuovi minimi, dopo la apertura sugli aumenti di capitale di Vita e il rinvio a fine anno di un quadro visibile da parte di Mustier. Secondo Angeloni di BCE sofferenze bancarie gestibili. Approfitteremmo dei recenti rimbalzi per uscire completamente dall'Europa, dove la macchina del terrorismo è oramai in grado di incidere sulla economia reale.
14-07-2016
Vicino alla soglia del trenta per cento con il contributo del salotto buono. Cairo aveva un piano industriale, Bonomi utilizzerà questa acquisizione verosimilmente per arrivare a BPM. Il titolo non ha più alcun potenziale di rialzo.
12-07-2016
Tra le venticinque e le trenta volte gli utili storici, irripetibili. Il Tesoro punta ad incassare 800 milioni. Sconsigliabile per i privati.
11-07-2016
Unicredit fa cassa vendendo la cosa che va meglio del gruppo, che però ha due terzi del bilancio in strumenti Unicredit. Ora il titolo più rischioso tra quell del risparmio gestito
08-07-2016
Un rimbalzo sostenuto e con volumi su società sane Brembo, Diasorin, Ima, Moleskine, Ferragamo, indicherebbe che gli ivnestitori istituzioanli ricomprano con convinzione Italia. Oggi il listino sale per un po' di operazioni di sostegno su banche e assicurazioni su cui bastano pochi volumi per spostare molto il prezzo
07-07-2016
Farmaceutico e Biotech sono i due settori che prima hanno scontato il rallentamento nel ciclo economico e che ora vanno contro il mercato. Rimaniamo completamente fuori dalla borsa di Milano crediamo che qualsiasi "soluzione" oggi sul tavolo non possa che portare ulteriori debolezze sul comparto finanziario. Domande a info@finanze.net
[«] [<] 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 [>] [»]